Che cos’è un podcast e perché farne uno oggi?

Spread the love

Innanzitutto, occorre definire cos’è un podcast, una parola che deriva dalla fusione delle parole pod (baccello o capsula), e broadcast (trasmissione), ovvero l’insieme delle tecnologie relative al download di file audio o video, attraverso la trasmissione di dati e un aggregatore o feed reader.

Il primo a crederci fu proprio Steve Jobs già nel 2005, quando annunciò che i nuovi iPod avrebbero avuto una funzione specifica per navigare e collezionare podcast sul proprio iPod. 
Un trend in costante crescita, fino da quando, nel 2014 è esploso grazie al caso editoriale che ha reso il podcasting un vero e proprio fenomeno di massa: Serial.

Secondo uno studio fatto dalla società  Kantar, intitolatoMedia Reaction 2020, i podcast. 
Mentre, dal rapporto ISPOS studio sulla penetrazione del podcast in Italia, emerge anche che gli inserzionisti stanno cercando di aumentare la loro spesa nel podcasting, passando da una crescita “solo” del 6% durante il picco della pandemia, a un 20% (stimato) per il 2021. sono al 2° posto nella classifica online channel e insieme alla TV in streaming ricoprono la prima posizione nella considerazione dei professionisti del marketing intervistati, che guardando al 2021 dichiarano di sentirsi “più innovativi e più disposti a provare qualcosa di nuovo”.

Da un’indagine BVA Doxa e O-One, digital unit di Industree Communication Hub, sul Podcast in Italia (disponibile qui), si evince invece che quasi il 90% degli italiani digitali conosce i podcast, il 39% dei quali afferma di conoscerli bene. Tra questi ultimi, la quota degli heavy users (ascolto quotidiano o almeno una o più volte la settimana) ammonta al 64%. I light users – ovvero gli italiani digitali che ascoltano podcast 2 o 3 volte al mese o meno spesso – sono il 30%. Infine, solo il 6% dichiara di non ascoltarli praticamente mai.

 

L’ascoltatore italiano medio è lievemente più maschile e tendenzialmente più giovane: Spotify (67%), Apple (25%), Audible (21%), Spreaker e Overcast con meno del 10%. 

Ed è proprio Spotify ad affermare che l’81% degli ascoltatori di podcast è predisposto a rispondere alla CTA con atteggiamento critico, cioè intavolando discussioni sul brand, ricercando un prodotto online o collegandosi col brand attraverso i social media. 

 

La musica e i podcast sono diventati la colonna sonora del quotidiano di ognuno di noi, mentre cuciniamo, ci facciamo la doccia, lavoriamo o semplicemente proviamo a rilassarci. Insomma, ormai fanno parte del nostro quotidiano e continuano a crescere in popolarità e numero, e si stanno dimostrando un’ottima opzione non solo per l’intrattenimento, ma anche per rimanere aggiornati.